La vendemmia chicco per chicco

24/11/2020

L’Azienda Agricola Sbaiz, con cantina e agriturismo, è immersa nell’ancora incontaminata campagna delle grave friulane, tanto cara al Nievo. Sia l’Azienda che la struttura turistica vedono impegnata tutta la famiglia: Natale Sbaiz, donna Carla e il figlio Flavio. La cantina produce 14 etichette tra vino bianco, prosecco e spumanti, per un totale di 1.400 di vino ettolitri e 100.000 bottiglie all’anno, e si occupa della lavorazione del vino, dalla vinificazione all’imbottigliamento. Facilmente raggiungibile, si trova a metà strada tra Udine e Pordenone, 6 chilometri a sud di Codropio e di Villa Manin, 15 chilometri a Nord dell’uscita autostradale di Latisana.

Già nell’Ottocento un componente della famiglia, Giuseppe Fortunato, due ore prima che albeggiasse ogni sabato attaccava il cavallo al calesse dove la sera prima aveva sistemato due o tre piccole botticelle (mai di più) del suo pregiato vino. Piovesse o nevicasse, fosse estate o fosse inverno, nulla poteva fermare a sua corsa dai vigneti della Vena d’Oro di Glaunicco fino alla tavola dei notabili di Udine. Due ore di viaggio prima che facesse giorno per non far soffrire il prezioso vino durante il percorso e per evitare le imboscate di briganti e ladri improvvisati. Un pomeriggio, il settimo discendente, Natale Sbaiz, si ritrovò quasi casualmente tra le mani un grappolo di vecchie foto, estratte una ad una, come degli acini fatti appassire, da un album dimenticato in un cassetto. Per lui fu come tornare improvvisamente indietro di decenni. Mentre osservava trasognato quelle foto, gli parve risentire il trillo del pettirosso, secco ma festoso com’era il campanello dell’uscita da scuola. Tanta passione non poteva non lasciare traccia e non creare continuità. Non c’è difesa immunitaria contro la passione. Natale non poté sottrarsi al bisogno di riappropriarsi della sua vigna. Il suo piccolo grande universo a misura di sguardo.

Così nel 1979, dopo quell’incontro con il passato, riprende in mano la tradizione di famiglia e consolida l`Azienda, che ora si estende su 15 ettari di terreno ghiaioso dell’antica Vena d’Oro di Glaunicco, lambita dal Varno (il fiume cantato dallo scrittore Ippolito Nievo) che ne regola il microclima equilibrando naturalmente ogni possibile eccesso di umidità e arsura. Come nella civiltà contadina d’un tempo, la concimazione naturale del terreno e la cura quasi maniacale del vigneto, sono mansioni irrinunciabili. La raccolta dell’uva è sia manuale che meccanica.La vendemmia, come in passato, avviene selezionando grignel par grignel (ogni singolo chicco) per mantenere l’integrità del vino. Nella vinificazione oggi si incontrano antica sapienza e tecnologia all’avanguardia. Questo assicura al prodotto finale consistenza ed equilibrio, grazie all’affinamento per 12 mesi in barriques di rovere francese che ci consegna vini dal profumo e dal sapore squisitamente morbidi e armoniosi.

Quattordici le etichette, tra bianchi e rossi delle Doc Friuli Grave e Friuli, oltre alla grappa ottenuta da uve cabernet: Friulano, Chardonnay, Verduzzo Friulano, Pinot Grigio, Sauvignon, Merlot Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Refosco dal Penducolo rosso, Merlot Sbaiz e Rosso Nievo, Prosecco e Murbin (Spumante con base di chardonnay e pinot nero). Il mercato è prevalentemente a livello italiano però non mancano rapporti con la Repubblica Ceca, la Germania soprattutto a Monaco e Francoforte, mentre i clienti austriaci si presentano direttamente in azienda.

Immerso nel verde, l’Agriturismo è il luogo ideale per feste in allegria e momenti di gioia da vivere insieme. Qui, oltre ai pregiati vini, la famiglia Sbaiz propone la degustazione di una selezione dei migliori salumi di propria produzione e formaggi friulani e, per un pranzo informale, un menù tipico della tradizione di questa meravigliosa regione. Il tutto servito con accoglienti sorrisi.

Cerca la città del vino
Generic filters

Ultime Notizie

adv