La storia di un territorio viene scritta dai suoi protagonisti

05/12/2022

La storia inizia tanti anni fa in Lussemburgo, quando Mario Notaroberto dell’Azienda Agricola Albamarina rileva un ristorante che portato ai massimi livelli in pochissimo tempo e al quale fa seguire un altro locale, divenuto rapidamente un luogo di ritrovo e un centro culturale. Ma è dopo la partecipazione al Vinitaly del 2005, dove vinse il 1° premio come migliore selezione di vini italiani tra 250 ristoratori italiani all’estero, che il vino entra a pieno titolo nel suo modo di essere, di vivere, di lavorare e nella sua attività di imprenditore del cibo.

Così nel 2008 è tornato in Cilento e qui ha comprato i primi terreni e impiantato il vigneto a Foria, non lontano dall’Agriturismo Malida House, a Palinuro, dove la famiglia Notaroberto ama invitare amici e clienti all’insegna dell’ospitalità.

Oggi ha 10 ettari di vigne, vigneti, che ricadono nella DOP Cilento, in cui si produceva inizialmente Aglianico e Fiano ed ora anche Greco, Falanghina, Trebbiano tra i bianchi e Primitivo e Aglianicone tra i rossi. Mario è arrivato a questa soluzione attraverso la ricerca puntigliosa e incessante che caratterizza tutte le sue intuizioni, una sua personalità vivace, un’innata capacità di trovare sempre e comunque soluzioni inaspettate e stimolanti.

L’Azienda, che produce anche olio extra vergine di oliva ed un condimento all’aceto balsamico con i fichi bianchi del Cilento, quest’anno ha vinto una Medaglia d’Oro ed una Medaglia d’Argento nella speciale sezione Grappa AWARD 2022 del Concorso Enologico Internazionale Città del Vino. Un risultato importante che ha premiato non solo l’Azienda ma l’intero territorio cilentano, dove non solo il vino ma anche la grappa è di qualità. Le grappe sono prodotte dalla distilleria Berta con le vinacce di proprietà di Albamarina, la prima con vinacce di Aglianico e la seconda con vinacce di Fiano.

 

Cerca la città del vino
Generic filters

Ultime Notizie

adv